Fiere di Parma, utile netto record a 7 milioni. Nessuno ha fatto meglio in Italia

0

Un utile netto di oltre 7 milioni di euro. Questo il dato che pone le Fiere di Parma al primo posto in Italia per l’anno 2016. Nessun altro ente o società fieristica ha raggiunto questo risultato. L’assemblea dei soci di Fiere di Parma ha approvato il bilancio consolidato 2016 che, oltre al risultato record dell’utile netto, mette in evidenza un fatturato aggregato di 39 milioni ed un Ebidta di 14,4 milioni 3 dei quali dovuti ad operazioni straordinarie. Positivi anche tutti gli altri indicatori economici e patrimoniali.

Contribuiscono positivamente al risultato 2016 tutti i prodotti in portafoglio con crescite che vanno dal +5% di Mercante in Fiera al + 30% di CibusTec; migliorano ulteriormente i costi del personale che scendono all’11% ovvero quasi la metà della media del settore che si attesta intorno al 20%.

Il CDA di Fiere di Parma ringrazia tutti gli azionisti per la fiducia accordata agli amministratori in questi anni – ha dichiarato Antonio Cellie, Ceo di Fiere di Parmasenza una governance così efficace e coesa raggiungere questi risultati sarebbe stato impensabile”.

I risultati positivi, sostengono alle Fiere, proseguono dal 2008, quando l’ente ha varato un nuovo progetto industriale e un piano di investimenti da 85 milioni di euro a fronte del quale, grazie alla elevata generazione di cassa del periodo, oggi si trova con un indebitamento residuo di soli 20 milioni e quindi pronta ad investire in un nuovo ciclo di sviluppo. In 9 anni Fiere di Parma ha raddoppiato i propri ricavi e triplicato l’EBITDA focalizzandosi sui propri eventi core e costruendo alleanze strategiche con key players a livello nazionale come Senaf ed europeo come Koeln Messe e Messe Frankfurt.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO