Auto giù dal cavalcavia di Viarolo: condannato ex dirigente della Provincia

0

Il 23 giugno del 2012 l’auto di Florentina Zoto, forse a causa di un colpo di sonno, sbattè contro la rete di protezione di un cavalcavia di Via Cremonese, a Viarolo, volando di sotto, in autostrada, travolgendo l’auto di due coniugi di Caltagirone residenti a Milano.

Per i tre, la 27enne di origini romene, Concetta Aleo e Giacomo Carrera, non ci fu scampo. Per la Procura questa tragedia si poteva evitare: l’auto della ragazza viaggiava ai 27 all’ora, se vi fosse stato un guard rail o una protezione più resistente, si sarebbero risparmiate tre vite umane.

Per il tragico incidente,venerdì mattina è stato condannato dal Gup a un anno e quattro mesi di reclusione per omicidio colposo e al risarcimento dei danni da quantificarsi in sede civile, oltre a 5mila euro di provvisionale immediatamente esecutiva a ciascuno dei dieci parenti, Gabriele Alifraco, ex dirigente del Servizio civile e Infrastrutture della Provincia. La pena e’ stata sospesa.

Sono stati invece rinviati a giudizio Stefano Catellani, ex direttore del 2° tronco A1, e Paolo Strazzullo, ex responsabile tecnico A1.

Saranno chiamati a rispondere in causa civile anche la Provincia e Autostrade per l’Italia.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO