Sole cocente, pelle (dei più piccoli) protetta: gli accorgimenti che fanno la differenza

0

Il momento di partire per le vacanze è finalmente arrivato! Quando si hanno bambini piccoli, è normale farsi domande su come proteggere la loro pelle dal sole. Esigenza centrale non solo al mare, ma anche durante le vacanze in montagna, la protezione dell’epidermide dei bambini va approcciata tenendo conto di alcune regole base.

La prima prevede il fatto di non esporre i neonati fino ai 6 mesi al sole, neanche quello indiretto. Questo è il motivo per cui, quando si ha un bambino molto piccolo, si raccomanda di andare in spiaggia solo la mattina presto o poco prima del tramonto. Le cose cambiano dai 6 mesi ai 3 anni, quando è sì consentita l’esposizione al sole, ma con una protezione pari a 50+ SPF.

La buona notizia è che basta utlizzarne una quantità esigua per ottenere un effetto protettivo ottimale (in ogni caso, qualora dovesse finire, al giorno d’oggi è possibile acquistare comodamente protezioni solari bambini online e con sicurezza, a patto di scegliere portali certificati come il celebre e-shop di Farmacia CEF, e-commerce noto per l’ampia scelta di prodotti e per i prezzi convenienti).

Un altro aspetto fondamentale a cui fare attenzione riguarda lascelta degli indumenti. Se si ha un bambino dai 6 mesi ai 3 anni, quando li si acquista è essenziale controllare sull’etichetta la presenza della sigla UPF, accompagnata da numeri come 15, 30, 50. Questo acronimo denota l’efficacia protettiva dei tessuti sotto al sole.

Da non dimenticare, inoltre, è l’inclusione in valigia degli occhiali da sole con filtro UV, da acquistare esclusivamente con marchio CE.

Come comportarsi una volta che il bambino ha compiuto tre anni? A partire da questa età spartiacque, la gestione della protezione della pelle dal sole prevede il focus sul fototipo specifico del piccolo. In generale, è consigliabile esporlo al sole dopo aver applicato una crema protettiva con un SPF non inferiore a 30.

In tutti i casi, è bene sottolineare che la crema protettiva va utilizzata anche nei giorni in cui il cielo è coperto. Le nuvole, infatti, non sono in grado di filtrare i raggi solari.

Attenzione: per un effetto protettivo valido, è importante non solo la scelta della tipologia di crema, ma anche quando la si applica. L’approccio giusto prevede di procedere almeno 30 minuti prima dell’esposizione al sole. Cruciale, inoltre, è riapplicarla dopo ogni bagno o doccia e, anche se il bambino passa del tempo fuori dall’acqua, ogni 2 ore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here