Sul bus numero 9 – Atteggiamenti razzisti da parte di un autista Tep

0

“Comportamento indegno di un autista tep sul 9 partito dal capolinea alle 14.43.

Insulti ripetuti verso due ragazzi neri con tanto di “andate in Africa”, poi è partito prima che una signora, sempre nera, potesse portare con se le due borse che aveva sul bus”.

La testimonianza rimbalza sui social, ed è diventata un reclamo sporto negli uffici Tep.

Eccolo: “Buongiorno,questo pomeriggio (sabato 15 giugno 2019) a Parma, son stata testimone diretta di un episodio a dir poco ingiurioso. Ero al capolinea del 9 in piazzale s.ilario ad aspettare l’autobus delle 14,43, in direzione ghiaia,con me c’era un signore con le valige e un ‘altra signora, al sopraggiungere dell’autobus sono arrivati altri due ragazzini neri.

L’autobus è arrivato in velocità e ha frenato bruscamente aprendo solo la porta in mezzo e quella davanti, nel mentre una signora nera era scesa e stava risalendo a prendere le borse che aveva appoggiato sul pavimento del mezzo, l’autista ha chiuso repentinamente le porte ed è partito lasciando la signora in strada e le borse della signora sul mezzo, il signore con le valige ha fatto notare la cosa all’autista che gli ha risposto “non me ne frega un cazzo” e subito dopo ha incominciato ad inveire contro i due ragazzini neri sul mezzo ed ad insultarli del tutto gratuitamente concludendo la performance con un “tornatevene in Africa”.

I ragazzini son scesi due fermate dopo anche per riportare le borse alla signora che era rimasta a terra (uno ha risposto all’autista l’altro quasi piangeva) con i restanti passeggeri dell’autobus palesemente increduli per la situazione creatasi.

Ora,mi rendo conto di quanto possa esser duro il lavoro dell’autista, lavoro che per altro la maggior parte dei dipendenti di detta azienda svolge con la massima professionalità, ma nulla giustifica la pubblica umiliazione di tre persone”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here