Assunzioni illegitime Spip, Stt, Alfa: la Procura impugna le assoluzioni

0

Sembrava essersi chiusa il 29 marzo per 6 imputati la vicenda giudiziaria sulle partecipate del Comune di Parma. Ex dirigenti e presidenti erano stati accusati di abuso d’ufficio per le assunzioni di funzionari e dirigenti avvenute tra il 2008 e il 2012.

Non luogo a procedere quindi per Nando Calestani per motivi di salute, ex presidente Spip. Prosciglimento per Barbara Piermarioli, ex amministratore delegato di Stt, liquidatore di Spip e Alfa Massimo Vento. Prosciolti anche i dipendenti Federico Faccini e Chiara Casalini.

Rinviato a giudizio invece Andrea Costa, ex presidente di Stt e Alfa che dovrà quindi comparire davanti al collegio di 3 giudici.

Assolti con rito abbreviato perché il fatto non costituisce reato i funzionari Giuseppe Capotorto, responsabile amministrazione della holding Stt, e Francesca Capelli, direttore del coordinamento holding, anticorruzione e trasparenza.

I giudice ha quindi acconsentito a sbloccare i conti correnti e i soldi poste sotto sequestro dal 2014.

Sembrava, dunque, finita così. Ma non lo è: la Procura non ci sta alle assoluzioni firmate dal gup Alessandro Conti. Il PM Paola Dal Monte impugnerà assloluzioni e non luoghi a procedere. Assunzioni illegittime, poco trasparenti e senza reale selezione secondo la Procura quelle in Alfa, Spip, Stt: e non verrà chiuso un occhio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here