A tempo di rock, il fotografo Giovanni Chiaramonte a Palazzo del Governatore

0
001

Nell’ambito delle due grandi mostre di opere fotografiche, Higher Learning e The NY Scene – arte, cultura e nuove avanguardie anni ’70-‘80, con cui Parma ha aperto a Palazzo del Governatore il suo tributo all’icona del rock Patti Smith, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma promuove un ciclo di tre incontri collaterali alle mostre ciascuno dedicato ad uno degli ambiti artistici in cui Patti Smith si è contraddistinta: letteratura, fotografia e musica.

Protagonista del primo appuntamento “Vie di beatitudine: Beat_La fotografia come poesia di luce in J.Kerouac, A.Ginsberg, R.Frank” sarà il fotografo Giovanni Chiaramonte che dialogherà con Paolo Barbaro, docente di Teorie e Tecniche della Fotografia dell’Università di Parma, martedì 16 maggio, alle ore 18, all’Auditorium di Palazzo del Governatore.

Chiaramonte traccerà un percorso sulla condizione umana a New York negli anni dal 1945 in avanti, intrecciando l’avventura di Jack Kerouac e Allen Ginsberg con la fotografia e l’opera di Robert Frank, Diane Arbus e Lee Friedlander, descrivendo così il contesto da cui ha tratto origine l’opera di Patti Smith.

Giovanni Chiaramonte nasce nel 1948 a Varese. La sua opera ha come tema principale il rapporto tra luogo e destino nella civiltà occidentale ed è stata esposta al Gropius Bau di Berlino, al Deutsches Architekturmuseum di Francoforte, al Museo di Arte Moderna di Caracas, alla Biennale di Venezia, alla Triennale di Milano, al CCA di Montréal, alla galleria del Hunter College di New York, all’Expo di Shangai.

Tra le sue opere: Giardini e paesaggi, 1983, Terra del ritorno, 1989, Penisola delle figure, 1993, Westwards, 1996, Milano. Cerchi della città di mezzo, 2000, In corso d’opera, 2000, Pellegrinaggi occidentali, 2000, Frammenti dalla Rocca, 2002, Abitare il mondo. EuropE, 2004, Berlin. Figure, 2004, Attraverso la pianura, 2005, Senza foce, 2005, Come un enigma_Venezia, 2006, Nascosto in prospettiva, 2007, In Berlin, 2009, L’altro_Nei volti nei luoghi, 2010-2011, E.I.A.E., 2012, Via Fausta, 2012. Interno perduto, 2012, Inscape_Piccola creazione, 2012, Jerusalem_Figure della promessa, 2014, A medida do Ocidente, con A. Siza, 2015, The Evolving European City, 2015, Ultima Sicilia, 2016.

Chiaramonte ha fondato e diretto collane di Fotografia per Jaca Book, Federico Motta Editore, S.E.I., Edizioni della Meridiana, Ultreya/Itaca. Tra i suoi contributi critici: Luogo e identità nella Fotografia Europea Contemporanea e Nuova Fotografia Inglese 1983, Paolo Monti 1985, Ikko Narahara 1993, Luigi Ghirri 1997, Andrej Tarkovskij 2002, Mario Carrieri 2004, Robert Adams 2008, Joel Meyerowitz 2013.

Insegna Storia e Teoria della Fotografia allo IULM e all’Accademia NABA di Milano.

Seguiranno nel mese di giugno altri due incontri: venerdì 9 giugno (ore 18) “Patti Smith tra poesia americana e letteratura mondiale” con Diego Saglia, Direttore del nuovo Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali e Docente di Letteratura Inglese dell’Università di Parma e Franco Nasi, Docente di Letteratura Anglo-Americana dell’Università di Modena e Reggio Emilia; giovedì 15 giugno (ore 18) “Because the night – Racconti rock” con Claudia Bonadonna, autrice di volumi dedicati al mondo della musica, e Luca de Gennaro, disc jockey, conduttore radiofonico, manager televisivo e giornalista musicale.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO