ILLA Spa e NUOVA ILLAFOR: sciopero per il contratto aziendale

0

Lo scorso 27 aprile si è tenuta l’assemblea congiunta delle lavoratrici e dei lavoratori dipendenti delle aziende ILLA Spa e NUOVA ILLAFOR Srl, assieme ai lavoratori in somministrazione, nella quale tutti i presenti sono stati informati delle difficoltà incontrate all’ultimo incontro di trattativa per il rinnovo del contratto collettivo aziendale di lavoro (CCAL).

Dopo anni di mancato contratto aziendale, anni nei quali i dipendenti hanno visto riconosciuti in busta paga i soli elementi economici congelati della vecchia contrattazione, è stata presentata nel 2016 una piattaforma unitaria i cui contenuti rispecchiano le attuali necessità dei lavoratori. In risposta alle richieste sindacali l’azienda ha proposto come premio aziendale un importo economico ritenuto del tutto insufficiente (€ 750,00), oltre ad una modalità di riconoscimento (buoni) che non permette ai dipendenti una libera scelta (welfare o salario). Sono state insufficienti anche le risposte per quanto riguarda la parte normativa della piattaforma.

Per tutto quanto esposto sopra, l’assemblea ha individuato un pacchetto di 24 ore di sciopero, da svolgersi nei giorni successivi, senza preavviso ne anticipazioni. Le date e gli orari saranno comunicati ai dipendenti in tempo utile per la sospensione dal lavoro, nell’ottica di perseguire un impatto ottimale delle iniziative. Ogni flessiblità volontaria al lavoro è stata sospesa. Il tutto per permettere di poter riconquistare un dignitoso contratto aziendale.

Le lavoratrici e i lavoratori della Illa e Nuova Illafor non vogliono che la distribuzione del salario si limiti alla sola gerarchia aziendale, né a profumate consulenze. Serve una equa distribuzione collettiva, che tenga conto di un risultato che si ottiene soltanto con i lavoro di tutti.

Oggi, venerdì 5 maggio, si è svolta la prima giornata di sciopero (8 ore) dei circa 80 lavoratori, che hanno aderito pressoché unanimemente alla mobilitazione indetta da FIOM CGIL, UILM UIL e RSU aziendali, con presidio e blocco dell’ingresso aziendale.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY